Farine di Legumi

Le farine di legumi sono caratterizzate da alto valore proteico e basso valore di carboidrati. Per risultati migliori, consigliamo di miscelarle con farine contenenti glutine.

Filtri attivi

Farina CECI

La farina di ceci si ottiene dalla macinazione dei ceci essiccati; indispensabile è il processo di raffinazione, per eliminare la crusca.

La farina mantiene quasi tutte le proprietà dei legumi: ricca di sali minerali, vitamine del gruppo C, B, A, K, proteine vegetali, acidi grassi essenziali come l'acido alfa-linoleico.

Farina FAVE

Le fave appartengono alla famiglia delle leguminose. Come gli altri legumi forniscono un buon apporto proteico e hanno poche calorie. Sono ricche di vitamine e sali minerali.

La farina di fave può essere considerata un'ottima farina alternativa a quelle di cereali per tutti coloro che hanno intolleranze al glutine e desiderano un apporto calorico minimo.

Farina LENTICCHIE ROSSE

Farina dal tenue colore rosato, ottenuta dalla macinazione di lenticchie rosse.

Ideale per pasta fresca e prodotti da forno.

Farina LENTICCHIE ROSSE BIO s/g

Farina dal tenue colore rosato, ottenuta dalla macinazione di lenticchie rosse.

Ideale per pasta fresca e prodotti da forno.

Farina LUPINI

Adatta per prodotti da forno, sia dolci che salati, la farina di lupini andrebbe utilizzata miscelata, al massimo al 20%, con farine contenenti glutine (preferibilmente grano o farro).

Farina PISELLI

La farina di piselli si ottiene macinando i legumi secchi.

Possiede una discreta quantità di proteine e sali minerali. Tende ad abbassare l'indice glicemico del prodotto finale.

Molto apprezzata nella cucina vegana, viene usata per preparare il seitan, in combinazione con il glutine; per la preparazione di pasta fresca; per prodotti da forno salati, come pizze o focacce.

Farina SOIA tostata micronizzata

Farina di SOIA tostata, micronizzata, deamarizzata. La farina di soia è caratterizzata da un alto valore proteico.

Ottenuta dalla macinazione (micronizzazione) della soia decorticata e tostata.

La tostatura comporta la distruzione degli enzimi amari e l'eliminazione del tipico "sapore di fagiolo".